Reviews

La Bohème

La Bohème

musica di Giacomo Puccini

Opera in quattro quadri su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa
tratta dal romanzo Scènes de la vie de Bohème di Henry Murger

Mimì Maria Teresa Leva
Musetta Lucrezia Drei
Rodolfo, poeta Matteo Desole
Marcello, pittore Carlo Seo
Schaunard, musicista Fellipe Oliveira
Colline, filosofo Maharram Huseynov

Direttore Aldo Sisillo
Regia Leo Nucci
Scene Carlo Centolavigna
Costumi Artemio Cabassi

Luci Claudio Schmid
Maestro del Coro Stefano Colò
Maestro delle Voci bianche Paolo Gattolin
Regista collaboratore Salvo Piro

Orchestra Filarmonica Italiana
Coro Lirico di Modena
Voci bianche della Fondazione Teatro Comunale di Modena
In collaborazione con la scuola La Carovana

Coproduzione Fondazione Teatro Comunale di Modena
Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione Pergolesi Spontini
Allestimento in coproduzione con Opéra de Marseille

 

 

...Il maestro Aldo Sisillo dirigeva con giusta partecipazione e sensibile lirismo l'Orchestra Filarmonica Italana. Applausi per tutti al termine dello spettacolo da parte di una sala gremita in ogni ordine di posto da un pubblico entusiasta, a siglare un'operazione di teatro profonda nella sua ideazione e misurata nella sua realizzazione che, forse involontariamente, andava a creare un'inaspettata apertura all'annoso problema tra contenuto e forma, elementi, oggi più che mai, complessi e interscambiabili, e non solo in teatro.

Silvia Campana, Opera (recita del 13/10/2019)

 

 Inaugurazione “col botto” per il Teatro Comunale di Modena....Indiscutibilmente molto buona la prova dell’Orchestra Filarmonica Italiana (compresa la banda di scena, che marcia in costume e a tempo) guidata con mano sicura da Aldo Sisillo, maestro che almeno a Modena non ha sbagliato un colpo e che meriterebbe maggiore considerazione dalle grandi fondazioni nazionali: la sua direzione è stata ancora una volta esemplare per la scelta dei tempi, la cura dei colori, la tenuta dell’insieme e la sensibilità con cui segue il canto. Al termine grande successo e calorosi applausi per tutti, comprese le maestranze tecniche.

Alessandro Rigoni, www.gbopera.it

 

...Successo al calor bianco per tutti, anche perché la compagnia di canto e l’esecuzione musicale di orchestra e coro son parse superlative. Benissimo l’Orchestra Filrmonica Italiana ubbidiente al Maestro Aldo Sisillo, che ha scelto di allargare alcuni tempi per lasciar libero sfogo al canto, ma senza perciò far calare la tensione teatrale, anzi insufflando passione e veemenza. Tenuta ottimale anche nella complicata gestione del secondo atto, dove si è apprezzato molto il lavoro del coro, istruito con cura da Stefano Colò compreso quello delle voci bianche, in mano a Paolo Gattolin...

Andrea Merli, impiccioneviaggiatore.iteatridellest.com

 

...Il M° Aldo Sisillo dirige con autorevolezza ed intensità l’Orchestra Filarmonica Italiana e guida con equilibrio l’insieme, cui si aggiungono le ottime prove del Coro Lirico di Modena (preparato dal M° Stefano Colò) e delle Voci Bianche della Fondazione Teatro Comunale di Modena (il cui Maestro è Paolo Gattolin).Teatro prevedibilmente e piacevolmente pieno, con grande successo per l’intera compagine, non senza una palpabile commozione nel ricordo, eterno e grato, a chi in una sera di quasi 60 anni fa faceva risuonare le stesse note con la sua voce baciata da Dio proprio lì, nella sala del Vandelli, dove tutto doveva ancora cominciare.

Grigorij Filippo Calcagno, www.ierioggidomaniopera.it

 

...La produzione ha infine, ma certamente non ultimo, un punto di forza nella direzione di Aldo Sisillo che da perfetto padrone di casa, essendo il direttore del Teatro Comunale di Modena, ha curato l’allestimento fin nei particolari. Una direzione lucida, in perfetta simbiosi con il palcoscenico e con l’Orchestra Filarmonica Emiliana.
Successo ben profilato già dal primo atto che è diventato calorosissimo alla fine. Pavarotti da uno spiraglio del Cielo avrà sorriso allargando le braccia.
 
Fulvio Venturi, www.toscanaeventinews.it
 

 ...Più che positiva anche la prova dell’Orchestra Filarmonica Italiana la quale ha risposto egregiamente alle sollecitazioni di Aldo Sisillo. Il direttore artistico del Comunale di Modena, in questa occasione impegnato sul podio, ha condotto con sicurezza esaltando i momenti sinfonici presenti in partitura e mantenendo sempre una buona sincronia fra buca e palcoscenico. Solo in alcuni momenti i volumi orchestrali ci sono parsi un po’ eccessivi e leggermente penalizzanti per le voci. Al termine grande successo di pubblico per gli artisti impegnati in scena ma anche per tutti gli autori di questo nuovo allestimento.

Danilo Boaretto, www.operaclick.com

 

La Bohème...ha aperto la stagione lirica al teatro Municipale...riscuotendo un successo pieno, incondizionato, salutato da entusiastici applausi talvolta a scena aperta per i protagonisti ed alla fine di ogni atto, in particolare l’ultimo.
Al di là di ogni singolo componente, quello che è piaciuto maggiormente è stato lo spettacolo nel suo complesso dove tutti hanno svolto il loro compito nel migliore dei modi: dai cantanti agli orchestrali, dalle figure di scena, alle luci ed ai costumi. Questo grazie alla sapiente ed illuminata regia di Leo Nucci, grande cantante ma anche appassionato filologo dell’arte della lirica. Ancora una volta Nucci si è rivelato sinonimo di successo, specie quando può avvalersi di ottimi collaboratori come il regista Silvio Piro, del scenografo Carlo Centolavigna, dei costumi di Artemio Cabassi e delle luci di Carlo Schmid. Un altro successo, dunque, del Progetto Opera Laboratorio voluto dalla Fondazione Teatri Piacentini ed in particolare della direttrice artistica Cristina Ferrari.
Abbiamo lasciato per ultimo la cornice di questo splendido quadro, ovvero l’orchestra Filarmonica italiana diretta da Aldo Sisillo, capace di trasmettere suoni delicati ma penetranti in una rara unità armonica.

Luigi Carini, Piacenza Sera, 21/12/2019

  • A PIACENZA UN NABUCCO COI CONTROFOCCHI di Enrico Stinchelli

    ...Tutto poggiava sulle solide ed esperte spalle del maestro Aldo Sisillo, che ha mantenuto un ritmo incalzante ma mai soverchiando la linea vocale: il Nabucco così volava via in un batter d'occhio, senza cadute o sacche di noia, come spesso avviene per esempio con la Marcia funebre che accompagna Fenena, staccata in quattro e talvolta persino tagliata. L'imprinting del concertatore si capiva fin dalla Sinfonia, brillante e vigorosa, e chi ben comincia...è a metà dell'Opera. Ottima la compagine piacentina: Orchestra dell'Opera Italiana e due cori per l'occasione, del Teatro Municipale di Piacenza e della Fondazione Teatro Comunale di Modena, che hanno raccolto il loro personale successo dopo il “Va pensiero”. ......
    Leggi l'articolo

  • OPERACLICK recensione di Patrizia Monteverdi

    ....Il Maestro Aldo Sisillo, alla guida dell’Orchestra dell’Opera Italiana, imposta una lettura estremamente funzionale alle esigenze del palcoscenico ed ottiene un eccellente e ben calibrato amalgama sonoro.Grande successo e prolungati applausi per tutti...
    Leggi la recensione

    Tutte le recensioni